Le nostre foto meritano di essere stampate

Oggi tutti noi scattiamo una quantità di foto impressionante; immortaliamo praticamente qualsiasi cosa. È uno dei pregi e dei vantaggi offerti dalla moderna tecnologia, capace di miniaturizzare sensori e ottiche che equippagiano tutti i nostri smatphone. I passi fatti in avanti per garantire una buona qualità alle foto è dettata anche da tutti gli algortimi che governano le applicazioni foto degli smartphone e che ci consento di focalizzarci semplicemente sullo scatto stesso, senza stare a pensare a impostare iso, bilanciamento del bianco, velocità otturare, apertura e via discorrendo. Milioni di foto riempiono i nostri smartphone e i nostri cloud, pronte per essere condivise con chiunque e riguardate in qualsiasi momento. Ma poche, molto poche vengono stampate. Ed è un vero peccato, una qualsiasi foto, stampata, trasmette emeozioni e sensazioni difficilmente replicabili via schermo. La stampa delle foto è sempre stato un passaggio fondamentale nel mondo fotografico: era prassi infatti portare i rullini a sviluppare, scegliere la carta e la tipologia di stampa, verificare i diversi risultati e collezionare il tutto in album. L'avvento della fotografia digitale ha completamente tagliato questo passaggio, riservato oramai principalmente ai professionisti e ad occasioni particolari, sicuramente riducendo i costi ma facendo comunque perdere tanta bellezza ed espressività alle foto stesse. Ed è un vero peccato.

Fino all'avvento della fotografia digitale, la stampa era un processo obbligato per vedere i risultati ottenuti. Ricordo ancora quando all'epoca 12enne iniziai a muovere i miei primi passi nel mondo della fotografia. La bellezza di mettere i rullini e ovviamente le amare sorprese, scoperte in fase di stampa, di quanto si inceppava qualcosa e bisognava aprire il coperchio. La gioia di quando li portavo a sviluppare, fantasticando chissà cosa, nell'attesa che tutto fosse poi pronto. E ovviamente l'analisi dei risultati, capire se fosse effettivamente a fuoco quello che io pensavo di aver messo a fuoco, in base a parametri di scatto impostati in macchina prima e salvati su un quaderno poi. Ricordo le ore passate a chiacchierare da Carlostella, un negozio in pieno centro a Catanzaro, dove oltre a noleggiare le cassette per il weekend si acquistava materiale fotografico e ovviamente si sviluppavano le foto. Ore passate a farmi spiegare le diverse tipologie di rullini disponibili, i loro diversi effetti e le diverse sensibilità ISO per poter scattare in diverse condizioni di luce e il diverso costo. Le diverse tipologie di stampe possibili, a cominciare dalla carta, la resa che ogni singola stampa poteva avere a livello di colori, passaggi tonali, contrasti e definizione, i formati possibili. La gioia nello scartare quel sacchetto contenente sia i negativi che ovviamente le stampe per valutare poi la cosiddetta resa finale. E poi il catalogare le foto, ore e ore passate a scegliere quale foto dovesse essere messa nell'album, in quale posizione e perchè. L'obiettivo della fotografia, sia essa amatoriale o professionale, è quello di raccontare una storia e raccontarla su carta stampata ha un effetto completamente diverso rispetto alla visione su schermo. Nonostante la qualità raggiunta dai moderni schermi e le infinite calibrazione dei colori possibili, la resa a schermo di una foto è fredda, poco emozionale e racconta praticamente nulla. Una foto stampata invece può raccontare ben altro, tanto a un occhio esperto, che magari noterà messa a fuoco, colori, esposizione e composizione, quanto ad un occhio amatoriale, che semplicemente apprezzerà o meno lo scatto, facendosi coinvolgere e catturare dai dettagli e dalle emozioni che può trasmettare. E poi stampare oggi una foto, oltre ad essere semplice e veloce è diventato anche abbastanza economico. Così dopo anni passati a scattare e sviluppare foto per poi condividerle e apprezzarle solo a schermo,

Contrariamente a quanto si pensa, possono essere stampate anche le foto fatte con lo smartphone in modalità automatica, non è necessario stampare solo foto fatte con attrezzature professionali, postprodotte e via discorrendo. I moderni smartphone e i loro sensori, riescono a garantire una buona qualità di stampa anche su formati molto molto grandi. L'importante è essere consapevoli si una pio di differenze, onde restare delusi in fase di stampa:

  • luminosità: a schermo le foto risultano decisamente più luminose rispetto a quanto vengono stampate.
  • colori: i colori visualizzati sullo schermo spesso sono troppo saturi e contrastati, la carta tende ovviamente a rendere i toni più veri e reali e quindi le prime volte ci dovremo abituare alla resa della stampa.
  • carta: scegliere una carta lucida o opaca cambia ovviamente la resa della fotogragia. Nel primo caso avremo colori brillanti e sgargianti e il classico effetto lucido delle foto. Nel caso di stampa su carta opaca invece avremo colori decisamente più fedeli, assenza di riflessi e passaggi tonali più dettagliati.

Oggi esistono tantissime tipologia di carta che variano tanto per tonalità quanto per grammatura e porosità, tutti fattori che influenzano la stampa e ovviamente l'output finale. E oon esiste una carta migliore dell'altra, si tratta semplicemente di rese differenti. Il consiglio che do è quello di provare ad ordinare dei campioni o comunque valutare una stampa per tipologia di carta al fine di valutare la resa finale e scegliere quello che piace di più. A livello personale, scelgo solitamente l'effetto lucido per ritratti e foto ambientate mentre prediliggo la stampa su carta opaca per paesaggi e scatti in bianco e nero, data la maggiore profondità che questo tipo di carta riesce ad offrire.

Dopo tanti anni passati a scattare e sviluppare foto, alla ricerca del massimo dettaglio e della massima nitidezza a schermo, da quanto è nata Alice sono tornato nuovamente ad apprezzare la bellezza di una foto stampata. Ho cercato ovviamente un servizio di stampa foto che fosse di qualità ma al tempo stesso semplice da usare e ovviamente dai costi contenuti. E devo dire che ho riscoperto una passione e un mondo tutto nuovo, ridando nuova vita a foto fatte anche 4/5 anni fa. E permettetemi di dire che la resa di una stampa batte la resa a schermo 100 a 0. Non c'è partita. Scegliere il layout, le dimensioni, il posizionamento della foto e l'eventuale didascalia, vedere l'album prendere forma è una sensazione davvero appagante. L'attesa della consegna del pacco e poi la sorpresa nello sfogliarlo e nel godere appieno del risultato ottenuto. Consiglio davvero di provare, almeno una volta. Si aprirà un vecchio mondo nuovo, in cui si mischieranno ricordi di quanto eravamo bambini e sfogliavamo gli album di famiglia, a sensazioni dimenticate per colpa della fotografia digitale.

Specialmente il web oggi è pieno di siti che offrono di stampa a prezzi davvero irrisori, ma la qualità ha un prezzo. Stampare una foto sempra una operazione molto semplice, ma nasconde parecchie insidie. Per cui ho iniziato a cercare servizi di stampa online che mi consentissero di avere:

  • qualità: buona qualità di stampa, con eventuale possibilità, in caso di stampe particolari, di poter avere accesso ai loro profili colore di stampa per adattare meglio il mio workflow di editing
  • personalizzazione: un'applicazione semplice e veloce da usare che mi consentisse di creare album sia in maniera automatica, ti do in pasto le foto e tu le organizzi, che in maniera personalizzata, creo io tutto da zero. Con attenzione ovviamente ai dettagli su scelta carta, copertina, font e via discorrendo
  • prezzo e spedizione: costi adeguati all'output richiesto e tempistiche umane nella consegna del tutto, con un buon servizio clienti per gestire e risolvere eventuali errori o altre problematiche

Ho trovato davvero tantissime recensioni in rete di diversi stampatori italiani ed esteri, alcuni già a me noti. Alla fine ho scelto di provarne due, sono quelli che mi hanno convinto di più. Pensati per rispondere ad una esigenza ben precisa, lo fanno con un approccio diametralmente opposto per immediatezza d'uso, personalizzazione e velocità. A mio avviso non c'è un netto vincitore, oserei definirli complementari. Ma vediamoli nel dettaglio.

OnceUpon: semplicemente fantastica

Il nome dell'applicazione, tanto semplice quanto geniale, lascia intendere già tutto. Fondata da una svedese, Lina Andersson che, come lei stessa racconta sul sito, un giorno si rese conto che la sua terza figlia Sally non aveva neanche un libro di foto dei suoi primi anni di vita. E si rese conto al tempo stesso che tutti i servizi stampa, erano davvero troppo complicati da usare e non esisteva uno strumento semplice che in poche semplici mosse le consentisse di stampare le migliaia di foto presenti sullo smartphone. Così grazie alle sue conoscenze nello sviluppo di prodotti digitali iniziò a disegnare un prototipo di app. Nacque così nel 2016 OnceUpon. L'applicazione è davvero fantastica, fluida e veloce come poche altre. Ed è di una semplicità disarmante. In 10 minuti è possibile creare un album partendo da zero. Si fa tutto da smartphone, dalla scelta delle foto, alla creazione dell'album, all'ordine della pagine e ovviamente alla creazione di didascalie e piccole frasi per raccontare le foto. Una volta creato l'album è possibile vedere l'anteprima e con dei semplici drag&drop riposizionare singole foto o pagine intere; tutto avviene in maniera incredibilmente fluida e veloce. Direi che è una dell'app più semplice da utilizzare che abbia mai usato. Completa il tutto una integrazione totale con qualsiasi servizio di cloud per caricare le foto. I layout dell'app è molto pulito e minimale e si ha sempre tutto sotto controllo. L'applicazione guida sempre l'utente nella creazione di ogni singolo pagina, segnalando ad esempio se una foto ha una risoluzione troppo bassa oppure quali sono le opzioni per cambiare il layout e magari riposizionare il tutto. Una volta finito, l'album rimane sempre disponibile per future ristampe o modifiche. Funzionalità che si rivela utilissima. È possibile scegliere 2 sole tipologie di album:

  • Casual 20x20cm: con copertina morbida
  • Compact 20x20cm: con copertina rigida
  • Classic 27x27cm: disponibile solo con copertina rigida.

Gli album possono contenere al massimo 100 pagine e vengono stampati principalmente su carta semi-lucida, che offre un buon compresso in termini di fedeltà colori e resa cromatica. È possibile scegliere anche la stampa su carta opaca effetto seta. Velocissimi i tempi di consegna, per l'Italia sono circa 10gg lavorativi. La qualità del prodotto è davvero molto buona sia per quanto riguarda le rifiniture e la rilegatura che per la stampa. Una volta aperto il pacco si ha subito la senzione di avere in mano qualcosa di davvero premium. La carta usata è di notevole qualità, con effetto riflesso davvero molto contenuto. Le foto sono ben calibrate e con colori sempre molto ricchi e dall'aspetto natuale. Notevole la resa dei testi, indici di un meccanismo di stampa di alta qualità. Sono entrati di diritto nel mio cuore per semplicità di utilizzo e costi davvero contenuti. A proposito di prezzi:

  • Casual copertina morbida: da €24,50 per un libro di massimo 30 pagine. Ogni pagina extra costa 0,80€
  • Compact copertina rigida: da €29,50 per un libro di massimo 30 pagine. Ogni pagina extra costa €0,80
  • Classic copertina rigida: da €39,50 per un libro di massimo 30 pagine. Ogni pagina extra costa €1

Saal-Digital: creatività ai massimi livelli

È uno dei laboratori fotografici leader in Europa che offre una esperienza di stampa foto davvero molto completa e altamente personalizzabile. Offrono la possibilità di stampare praticamente qualsiasi cosa in qualsiasi formato, sia a livello amatoriale che professionale (hanno una sezione dedicata ai professionisti). È possibile creare un fotolibro partendo da una base fornita da loro oppure crearne uno personalizzato in tutti gli aspetti dal materiale della cover fino alla personalizzazione di ogni singolo aspetto di ogni pagina. La creazione di un album può avvenire sia attraverso app mobile che attraverso app desktop. Trattandosi di laborotorio fotografico, è possibile stampare veramente di tutto sia in termini di formato che di scelta carta che di tipologia di stampa. Non esistono praticamente limiti apparenti. ovviamente tanto l'applicazione mobile quanto quella desktop sono pensate per offrire il miglior risultato possibile in termini di output, risultando però non così immediate e pratiche. Sia chiaro, è sempre possibile creare un album in modalità totalmente automatica, ma spesso dietro agli automatismi si nascondono sempre delle sorprese sull'effetto finale. Personalmente trovo l'applicazione mobile troppo complicata da usare per creare un album, con alcuni passaggi poco chiari e macchinosi. Di fatto con loro ho sempre utilizzato l'applicazione desktop. L'ottima qualità di stampa e la possibilità di avere liberamente accesso a tutti i profili colore-stampa, meglio noti come profili ICC, per calibrare bene l'outpiut in fase di editing e sviluppo delle foto, offre un totale controllo su quello che sarà l'output di stampa desiderato. Diciamo che è un servizio principalmente pensato per un target anche amatoriale ma tendente al pro, che vuole poter scegliere liberamente tutti gli aspetti della stampa: dalla carta alle dimensioni, dal layout al font usato e via discorrendo. Non a caso anche i costi, seppur non esagerati sono un filo più alti rispetto a OnceUpon, ma del resto la qualità si paga. Lo consiglio principalmente a chi vuole stampare foto di qualità professionale, direi partendo da un file scattato da una reflex e opportunamente sviluppato per avere risultati ottimali. A testimonianza della qualità e del target del servizio è possibile richiedere un campione gratuito dei diversi tipologia di carta possibili al fine di valutarne la resa cromatica, la porosità e tutti quegli aspetti tecnici legati principalmente al mondo esperti/professionisti. Le infinite possibilità di personalizzazione coinvolgono ovviamente tutti gli aspetti, copertina e rilegatura inclusi: ad esempio è possibile scegliere una cover imbottita oppure utilizzare una grammatura di carta più spessa, oppure scegliendo materiali speciali per la rilegatura (quali ad esempio lino, legno, sughero...). Ovviamente non si limitano solo alla stampa di album e foto, ma possono stampare quadri, poster). Personalmente sto lavorando ad un album un po' particolare da far stampare a loro e non vedo l'ora di chiudere il lavoro per poi poter valurare la resa dell'album stampato. Le aspettative sono davvero alte. Al momento ho ordinato il campionate carta per valutare poi quale usare per la stampa e scaricato tutti i profili colori così da impostare correttamente Lightroom. Premetto che con loro stamperò solo foto scattate con la reflex in formato raw 14-bit; non mi considero assolutamente un fotografo professionista sia chiaro, ma per questo progetto vorrei veramente avere la massima qualità di stampa.

Emozioni da sfogliare e storie da raccontare

Stampare una foto è un modo davvero unico di conservare e godere dei nostri ricordi, molto diverso dall'esperienza offerta da uno schermo. Stampare una foto significa scegliere e dietro ad ogni scelta c'è sempre una motivazione, fosse anche quella di dire questa è venuta meglio e mi piace di più. L'effetto e l'emozione che proverete nello sfogliare ogni singola pagina, soffermandovi su ogni foto, vi faranno venire in mente mille particolari e mille situazioni vissute, legate in maniera indissolubile a quella foto, cosa impossibile quando si guardano le foto su monitor. Ogni pagina racconterà una storia vostra o di un vostro viaggio o di una vostra emozione. Da conservare gelosamente e sfogliare in famiglia, oppure da condividere in occasioni particolari. O magari da regalare ai vostri figli, sono sicuro apprezzeranno tantissimo. Oggi scattiamo tanto, condividiamo sempre e stampiamo poco. Magari, torneremo a stampare tanto, per apprezzare ancora di più le emozioni uniche che una foto stampata sa regalare. Provate a farvi questo piccolo regalo, sono sicuro, lo apprezzerete dalla prima all'ultima pagina.