Intel ComputeStick & SkyGo

Da tempo cercavo una soluzione pratica per gestire comodamente SkyGo dal divano senza dover avere troppi cavi in giro e soprattutto senza dover attaccare e staccare tutte le volte il pc. Per quanto comodo, Sky da circa 5 anni, non ha più il supporto per trasmettere direttamente su Tv (attraverso Chromecast e simili) lasciando all'utente 2 possibilità: attaccare un pc/mac oppure abbonarsi a NowTV. Ma fortunatamente il web è pieno di soluzioni, molto spesso economiche e provenienti dal passato. Nel 2015 Intel lanciò sul mercato le ComputeStick, dei veri e propri pc basati su processori Atom dalle dimensioni davvero contenute, poco più grandi di una classica penna usb. Questi piccoli prodigi della tecnologia, hanno tutto quello che serve: modulo Wifi, Bluetooth, porta usb per le periferiche esterne e connettore hdmi integrato, per essere facilmente connesse ad un qualsiasi schermo/tv dotato di tale porta. E con un consumo di energia davvero irrosorio.

work-img

Vengono fornite di serie con Windows 8, offrono quindi la possibilità di aggiornare il sistema operativo gratuitamente a Windows 10, 2gb di ram e 32giga di memoria eMMC. Perfette insomma per costruire un piccolo media center domestico con tutte le app di streaming più note, qualora non si avesse ad esempio un Chromecast o una Smart TV. Il modello preciso da cercare è il seguente STCK1A32WFC (le versioni con solo 1gb di ram possono eseguire solamente Linux). Su Ebay si trovano diverse offerte di prodotti usati ma perfettamente funzionanti, quasi tutte con spedizione da UK; in Italia ne sono state vendute davvero poche. Ne ho monitorate una decina, in quanto l'idea era di spendere al massimo 50€ spese incluse. Dopo diversi tentativi andati a vuoto, finalmente giunse il giorno della vittoria.

Il pacco è arrivato a destinazione nei tempi e nelle modalità previste (diciamo che oramai usando PayPal e prestando un minimo di attenzione, gli acquisti su Ebay sono comodi e sicuri). La pennetta era arrivata già configurata, ma al solito, io preferisco far tutto da me. L'installazione di Windows è durata 30 minuti, a cui vanno aggiunti circa 25 minuti di aggiornamenti vari (dipende ovviamente dalla velocità della connessione e dalla mole di aggiornamenti da scaricare), installazione driver e configurazione inziale dell'account.

work-img

Terminata la fase di routine configurazione nuovo prodotto, ci sono alcune semplice operazioni da fare per snellire l'interfaccia di Windows 10, come ad esempio: rimuovere tutti gli effetti di trasparenza, disabilitare tutte le animazioni delle finestre e le tile della barra delle applicazioni, e poi andare a rimuovere tutti i programmi/servizi inutili su questo tipo di hardware (come ad esempio OneDrive, servizio Fax e Xps, punto di ripristino e sistema di protezione hard disk. Questo serve ovviamente per cercare di rendere ancora più leggero e snello Windows 10, alla luce dell'hardware della chiavetta, non propriamente di ultimissima generazione.Dopo un paio di ravvii, finalmente è possibile passare all'installazione di Skygo e di tutte le applicazioni ad uso media, incluso ad esempio Spotify). Ma andiamo con ordine.

Skygo: l'avvio è un po' lento, ma una volta caricata l'interfaccia, devo dire che il tutto viene gestito in maniera discretamente fluida. Una volta avviato lo streaming, non si notano rallentamenti di alcuni tipo e anche la ventola tutto sommato non dà poi tanto fastidio. E vengono tollerati anche gli usi intensi, ad esempio 4h di streaming continuativo, senza alcuna perdita di frame o altro. L'unico consiglio è quello di ricordarsi di attivare il tutto almeno 10 minuti prima, giusto per stare tranquilli: io ad esempio per seguire le gare di F1 iniziavo il tutto verso le 14:55 con semaforo verde previsto per le 15:10.

work-img

Stessa cosa dicasi per Netflix, gestito con app nativa di Windows e Amazon Prime Video (gestito da browser). Ecco a proposito di browser, considerando la proverbiale avidità di risorse di Chrome ho voluto dare una chance al nuovo Microsoft Edge, basato su motore Chromium anche lui; devo dire che è sorprendentemente leggero, bello e velocissimo, per cui consiglio caldamente il suo utilizzo su questo tipo di hardware. Ovviamente, se si dovesse avere a disposizione un chromecast o una smart TV è sicuramente più comodo e veloce gestire il tutto via smartphone o app; tuttavia questa rimane una soluzione pratica e poco costosa per provare a rendere più smart le tv più obsolete o magari quelle delle seconde case, a patto ovviamente di avere a disposizione una connessione internet.

Facilmente trasportabile questa ComputeStick può rivelarsi una ottima soluzione per avere SkyGo su qualsiasi TV dotato di ingresso HDMI (casa al mare, casa di amici e via discorrendo) con le nostre preferenze e film salvati e senza andare minimanente a intaccare la visione da altri device quali smartphone e tablet (restano validi i soliti limiti di device connessi). Ovviamente, abbinato ad una VPN, può anche essere una ottima soluzione da portarsi in viaggio all'estero per continuare a fruire di tutti i canali SKY Italia. Ovviamente in situazioni di emergenza, a patto di avere un mouse e una tastiera, può rivelarsi un comodo computer a tutti gli effetti che ci può consentire di gestire operazioni semplici (navigare, leggere la posta e sistemare al volo qualche documento word/excel/powerpoint leggero).